Esercizi 2
Home 
F. Ripetizione 
F. Semantiche 
F. Sintattiche 
F. Imitazione 
Esercizi 1 
Esercizi 2 
Il Concertino 
Home>Esercizi 2

 

Esercizi a Risposta Multipla 1

Canzoniere - I "Voi ch'ascoltate in rime sparse..."  ( Francesco Petrarca)

Voi ch'ascoltate in rime sparse il suono
di quei sospiri ond'io nudriva 'l core
in sul mio primo giovenile errore
quand'era in parte altr'uom da quel ch'i' sono,

del vario stile in ch'io piango et ragiono
fra le vane speranze e 'l van dolore,
ove sia chi per prova intenda amore,
spero trovar pietà, nonché perdono.

Ma ben veggio or sì come al popol tutto
favola fui gran tempo, onde sovente
di
me medesmo meco mi vergogno;

et del mio vaneggiar vergogna è 'l frutto,
e 'l pentersi, e 'l conoscer chiaramente
che quanto piace al mondo è breve sogno.

Nel verso evidenziato si ripete lo stesso suono –M- all'inizio di più parole vicine.

Questa figura di ripetizione si chiama:

Paranomasia

Allitterazione

Anafora

Esercizio 2

Canzoniere - "S’amor non è, che dunque è quel ch’io sento?" (Francesco Petrarca)

[…]
O viva morte, o dilectoso male,
come puoi tanto in me, s'io no 'l consento?
[…]

Nel verso evidenziato, il poeta accosta due parole, “morte” e “viva”, che esprimono concetti contrari.

Questa figura semantica si chiama:

Ossimoro

Metonimia

Sinestesia

Esercizio 3

Il bove (Giosuè Carducci)

T'amo, o pio bove; e mite un sentimento
Di vigore e di pace al cor m'infondi,
[…]
E del grave occhio glauco entro l'austera
Dolcezza si rispecchia ampio e quieto
Il divino del pian
silenzio verde.

Nel verso evidenziato, il poeta usa l’aggettivo “verde” che è un dato visivo, accanto alla parola “silenzio” che è un dato uditivo.
Questa figura semantica si chiama:

Similitudine

Metafora

Sinestesia

Esercizio 4

"A Silvia" (Giacomo Leopardi)

[...]
Io gli studi leggiadri
talor lasciando e
le sudate carte,
ove il tempo mio primo
e di me si spendea la miglior parte,
d’in su i veroni del paterno ostello
porgea gli orecchi al suon della tua voce,
ed alla man veloce
che percorrea la faticosa tela.
[...]

Nel verso evidenziato, il poeta dice: 'le sudate carte' per 'lo studio che fa sudare sui libri'.
Questa figura semantica si chiama:

Sinestesia

Metonimia

Ossimoro

Esercizio 5

"Il sogno della vergine, 39-41" (G. Pascoli)

La vergine dorme. Ma lenta
la fiamma del puro alabastro
le immemori membra tenta;
[...]
Tu fiore non retto da stelo,
tu luce non nata da fuoco,
tu simile a stella nel cielo;

Nel verso evidenziato, il poeta paragona la Vergine ad una stella.
Questa figura semantica si chiama:

Similitudine

Sinestesia

Metonimia